fbpx

Di sicuro il design crea infelicità  se non ti racconta.

Voglio proprio spiegarti come il design guida i pensieri del vivere quotidiano e perchè può migliorare il tuo benessere. 

Un luogo ben realizzato migliora lo creatività e stato d’animo, offre la possibilità di potersi abbandonare senza sorprese, rilassare come in vacanza,  essere sé stessi.

Sai che il buon umore non è una attitudine unicamente personale, ma può essere provocato?

La capacità del design è quella di guidare la percezione di tutti i sensi attraverso gli ambienti, orienta e stimola al benessere perchè produce emozioni, il mezzo con cui entriamo in contatto con il mondo esterno. 

Attraverso focus precisi, combinazioni di pieni e di vuoti, un ritmo calibrato, le persone vengono condotte lungo la sequenza che il progettista definisce. Un luogo ben progettato aiuta a vivere meglio, è facilmente percepibile e ci fa sentire che tutto è sotto controllo; “trasparenza”, rapida percezione e fluidità della struttura possono indurci o meno all’azione. 

 Il ritmo della progettazione di design crea una interazione emozionale differente, eccitazione o armonia, ansia o relax: gli strumenti dell’architetto creano un ingaggio con i sensi fisici.         SEMPRE

Lo sai che, ad esempio, l’altezza del soffitto connette a sentimenti in contrasto tra loro?

Se è Paura o libertà dipende dal settaggio mentale/emozionale di ciascuno.

Anche le luci intense o la mancanza di punti di riferimento possono essere fattori che scatenano stress fisiologico.

Qual’è il migliore stato d’animo che desideri provare nello spazio dove abiti?    

Non credi sia meglio stimolare il tuo potenziale ed il tuo potere personale? 

Quali sono i valori personali di cui ti vuoi circondare e che migliorano la percezione della giornata?

Dopotutto quello che tutti cerchiamo è differenziarci, affermare chi siamo e vederlo concretamente nel mondo in cui viviamo: essere riconosciuti. E’ un po’ come sapere che la realtà ci offer la prova che esistiamo. Perciò un luogo è gratificante se esprime gli elementi che risuonano con quello che ha valore personale.

“Gli edifici devono anche ospitare le nostre menti, ricordi, desideri e sogni”. Juhani Pallasmma

E’ difficile sapere quale è l’ambiente migliore per ciascuno perchè lo possiamo solo sentire e sperimentare, possiamo solo valutare la reazione desiderata.

Durante il Salone del Mobile 2019 è stata costruita una installazione dal nome “uno Spazio per Essere” per sperimentare l’impatto del design sulla biologia.  La mission di IAM lab è osservare la risposta biologica lungo un percorso costituito di tre ambienti domestici progettato con tre atmosfere diverse:

●ESSENTIALE – per connettere la mente primitiva ad un potenziale effetto di radicamento,
●VITALE – per uscitare la curiosità in modo da evocare un sentimento esaltante,  ●TRANSFORMATIVO – con un’estetica ad alto contrasto e bilanciamento per provocare stupore. 

Secondo l’architetto Suchi Reddy supervisore dell’installazione “ E’ una grande opportunità per esplorare la poesia dell’architettura…… A partire da un obiettivo di atmosfera o sentimento è possibile essere consapevoli di ogni elemento della stanza e della loro sequenza….”. 

Lungo l’installazione il visitatore  indossa un braccialetto dotato di sensori per rilevare la risposta biologica, battiti del cuore e conduttività della pelle. Alla fine viene restituito il quadro dell’impatto fisiologico all’ambiente, perciò reale ed oggettivo, attraverso un grafico delle risposte.

E’ facile così capire il livello di design che corrisponde  allo spazio personale  e la risposta del corpo al design personalizzato. 

Con il progetto di design si possono stimolare pensieri ed atteggiamenti precisi. 

Ecco perchè è gratificante abitare un luogo unico che rende completi, che suscita appartenenza, conforme al proprio stile di vita e capace di generare valore e significati unici. 

Al  contrario, è probabile che la delusione entra in casa e produce e effetti piuttosto negativi perchè innesca il dubbio sul proprio operato. Porta alla consapevolezza di aver sprecato tempo, energie mentali e finanziarie perché il risultato ottenuto è molto diverso dall’immagine mentale fantasticata. 

Quando i bisogni emozionali vengono appagati, invece, si innesca una catena di sensazioni molto potenti come la forza dell’entusiasmo. 

Quando AMI la casa in cui vivi, il senso di appagamento costruisce un significato da condividere, la pienezza rende felici. 

Categories:

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui Social